Pappagalli Inseparabili | Allevamento Calopsite e Roseicollis

ALLEVAMENTO PAPPAGALLI INSEPARABILI
AGAPORNIS ROSEICOLLIS E CALOPSITE

DI VINCENZO DE CONCILIIS

Vai ai contenuti

Genetica semplificata

Genetica

GENETICA DEI PAPPAGALLI

I MASCHI POSSEGGONO DUE CROMOSOMI UGUALI (ZZ) CHIAMATO SESSO OMOGAMETICO

LE FEMMINE POSSEGGONO DUE CROMOSOMI DIVERSI
(ZW) CHIAMATO SESSO ETEROGAMETICO

IL CROMOSOMA FEMMINILE
(W) DETERMINA IL SESSO ED E’ PRESENTE SOLO NELLE FEMMINE.

I CROMOSOMI SESSUALI (X e Z) PRESENTANO CARATTERISTICHE DIFFERENTI ,IL CROMOSOMA W PRESENTE SOLO NELLE FEMMINE CONTIENE POCHISSIME INFORMAZIONI GENETICHE PERCUI PERMETTE SEMPRE LA MANIFESTAZIONE DELLE INFORMAZIONI GENETICHE CONTENUTE NEL CROMOSOMA Z

IL CROMOSOMA
Z OLTRE A TANTE ALTRE INFORMAZIONI CONTIENE ANCHE QUELLE RELATIVE AL COLORE DELLE PIUME PERCUI IN PRESENZA DI MUTAZIONE QUESTO CROMOSOMA VIENE INDICATO CON LA z MINUSCOLO.

PER MUTAZIONE SI INTENDE SEMPRE UNA COLORAZIONE DIVERSA DA QUELLA NATURALMENTE ESISTENTE NEI SOGGETTI CHE VIVONO IN NATURA COMUNEMENTE DETTA ANCESTRALE.

UN SOGGETTO PER ESSERE MUTATO SOLO QUANDO ENTRAMBI I SUOI CROMOSOMI MASCHILI PRESENTANO LA MUTAZIONE E VERRANNO INDICATI COME zz

Per rendere palese la mutazione è necessario che il gene mutato
(z) sia presente in doppia copia in caso contrario la mutazione non si manifesta perché il gene non mutato ( Z ) detto anche ANCESTRALE continuerà a determinarne il colore svolgendo un’azione DOMINANTE sul gene che contiene la mutazione (z) che sarà considerato RECESSIVO.

 

MASCHIO

FEMMINA

PROLE

PROLE

CROMOSOMI

CROMOSOMI

MASCHI

FEMMINE

ANCESTRALE

ZZ

ZW

ZZ

 

ZW

 

PORTATORE

Zz

ZW

ZZ

Zz

ZW

zW

MUTATO

zz

ZW

zz

 

ZW

 

Se ne deduce che le femmine possono risultare ANCESTRALI o MUTATE e mai ,a differenza dei maschi,portatrici di un carattere ereditario recessivo legato al sesso.Quindi nelle femmina la
z piccola (portatore di mutazione) diventa dominante e determina il colore percui è come se fosse z = Z

COSTITUZIONE GENETICA DELL’INDIVIDUO VIENE CHIAMATA
GENOTIPO ,MENTRE LE MANIFESTAZIONI ESTERNE DEI CARATTERI VENGONO INDICATE COME FENOTIPO

I pappagalli possono essere mutati e portatori. Mutati si capisce chiaramente che sono quelli che hanno una mutazione che si vede.Portatori si intendono quelli che nel loro patrimonio genetico contengono altre mutazioni che non si manifestano, oltre a quella visiva, che salteranno fuori o meno nella prole.

Le mutazioni Sesso-legate, in pratica, si trasmettono ad incrocio, perchè la madre trasmette ai figli, mentre il padre trasmette alle figlie.


CENNI di GENETICA


GENE : Unità fondamentale in genetica e corrisponde ad un segmento di DNA normalmente indicati con lettere maiuscole dell’alfabeto

GENOMA : Insieme dei geni presenti in un organismo

CROMOSOMI : strutture organizzate di geni situate nel nucleo della cellula (46 nell’uomo,80 negli uccelli, organizzati a coppie 823 nell’uomo e 40 negli uccelli)) indicati con numeri progressivi

LOCUS : Posto che il gene responsabile di un certo carattere occupa nel cromosoma

CARIOTIPO : insieme di cromosomi di un individuo

CELLULA : insieme di cromosomi .Ogni cellula dell’organismo possiede un numero uguale di coppie di cromosomi ( NUMERO DIPLOIDE) fanno eccezione le cellule germinali chiamate APIOIDI (ovulo e spermatozoo) che possiedono un solo cromosoma . Questa condizione è essenziale poiché con l’unione di di ovulo e spermatozoo viene ricostruita la condizione DIPLOIDE nello zigote che darà origine ad un nuovo individuo costituito da metà patrimonio genetico d’origine paterna e metà materna

CROMOSOMI


CELLULA GENI




UNA CELLULA E’ FORMATA DA PIU’ CROMOSOMI

UN CROMOSOMA E’ FORMATO DA PIU’ GENI


 

 

 

 

 

 

Home Page | Chi sono | Specie Allevate | Genetica | Alimentazione | Riproduzione | Malattie e Cure | Notizie Utili | Link Amici | Cosa Cedo | Contatti | Regalo\Present | ultima modifica | PALMARES | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu